La Nocellara Etnea è una cultivar che trova molte difficoltà ad attecchire.

Sui nostri terreni ha trovato il giusto equilibrio sia per la generosità e l’ottima qualità degli stessi, che per il clima della nostra bella terra Sicilia.

L’olio ottenuto dalla spremitura delle olive di Nocellara Etnea ha una fragranza fruttata che dona

al nostro olio gli odori e i timbri aromatici caratteristici siciliani.

Le caratteristiche della cultivar Nocellara Etnea

L’albero di Nocellara Etnea è riconoscibile per alcuni aspetti. Si tratta infatti di una pianta abbastanza vigorosa, con una certa rusticità,

dal portamento espanso e dalla chioma mediamente densa. Questa cultivar entra in produzione in una fase piuttosto precoce.

La forma delle foglie è lanceolata e leggermente affusolata con dimensioni medie sia in larghezza che in lunghezza.

Di forma ellittica ed un po’ asimmetrica, questi frutti hanno apice appuntito e base arrotondata con umbone.

In superficie, si notano delle lenticelle grandi ma non molto numerose.

Il rapporto tra nocciolo e polpa è molto elevato e questo carattere rende tale cultivar una delle migliori per la produzione di olive da tavola verdi.

Il sapore può comunque variare in modo abbastanza sensibile in base alla fase di invaiatura durante

la quale si effettua la raccolta e la spremitura.

Con olive non troppo mature, all’olfatto si impone un fruttato in cui si avvertono sensazioni di pomodoro verde, foglia di erba, mandorla o anche cardo e carciofo.

Il fruttato è di intensità che oscilla tra il medio e l’alto, mentre a livello gustativo e retro gustativo quest’olio risulta abbastanza piccante e un po’ amaro,

mentre la dolcezza aumenta se l’olio viene ottenuto da olive già mature.