Biancolilla

Quando è matura si colora di un viola chiaro tendente al lilla. È la cultivar autentica della provincia di Agrigento,

nasce a Caltabellotta e grazie alla sua particolare caratteristica di adattarsi, si è radicata su tutto il territorio.

Gli alberi sono maestosi e la chioma è ampia. Il frutto dona un olio fruttato leggero con tutte le fragranze ed i sapori caratteristici della Sicilia,

rustica eleganza che innamora. Nel nostro olio c’è il frutto della Biancolilla insieme alla passione e a tanto amore.

Le caratteristiche della cultivar Biancolilla

Gli ulivi Biancolilla si segnalano per la loro maestosità. Si tratta infatti di piante molto vigorose, il cui tronco si sviluppa

in modo piuttosto ampio e la cui chioma tende ad ampliarsi sia in altezza che in larghezza.

La chioma ha comunque uno sviluppo poco armonico e gli alberi di questa cultivar tendono ad avere spazi vuoti tra le fronde.

A ciò si accompagna una notevole robustezza dei rami.

Il numero di fiori della Biancolilla è relativamente basso, mentre la foglia, di colore verde scuro e di forma lanceolata,

misura in media dai cinque ai sette centimetri di lunghezza e intorno al centimetro di larghezza.

Questa cultivar è monouso: non viene, infatti, usata per il consumo da mensa ma è molto apprezzata per la produzione olearia.

Tramite la spremitura delle olive di questa cultivar si ottiene un olio che contiene molti dei sapori tipici della produzione alimentare sicula.

Di colore verde o giallo paglierino con sfumature vagamente dorate, quest’olio infatti si caratterizza per un fruttato leggero,

lievemente piccante e molto aromatico in cui si avvertono le fragranze di mandorla,

pomodoro e carciofo abbinate a dei gusti di erba fresca e oliva verde,

anche se possono sussistere delle differenze in base al sottotipo e a seconda degli impollinatori adottati.