Cerasuola

“Ogliara” così la chiamano nel trapanese, noi invece Cerasuola.

Una cultivar creata per produrre olio dal gusto particolare.

 Note di pomodoro miste al timo, fragranze estive miste ad una nota quasi irriconoscibile di agrumi.

Abbiamo scelto di unire i frutti di questa cultivar a quelli di Nocellara del Belice e Nocellara nostrana.

L’insieme ha dato vita ad un olio straordinario. 1925 l’olio extravergine di oliva che sa di Sicilia.

Le caratteristiche della cultivar Cerasuola

L’albero di Cerasuola è contraddistinto da vigoria media e portamento assurgente e ha una chioma mediamente densa.

La foglia, lanceolata e asimmetrica, tende ad avere una larghezza superiore alla media ed è longitudinalmente curva verso il basso.

La fioritura avviene tra la fine del mese di Aprile e la prima metà di Maggio, mentre il periodo di raccolta è compreso tra Ottobre e Dicembre e tale

operazione riveste particolare importanza nella determinazione del gusto dell’olio.

In generale, l’olio extravergine di Cerasuola determina all’olfatto una fragranza fruttata unitamente a quella di erba fresca e in certi casi di pomodoro,

carciofo e cardo. Laddove la maturazione delle olive è più avanzata, invece, il fruttato risulta più spiccato e fa capolino

una tonalità molto aromatica di pomodoro maturo e di timo.

Al gusto prevale l’amaro ed il piccante, ma è presente anche una punta di dolce. La colorazione è gialla o verde.

Quest’olio conserva molto bene le proprie qualità gustative nel corso del tempo ed ha un contenuto nutrizionale molto benefico ù

per l’organismo a causa della presenza di beta-carotene, grassi insaturi e tocoferoli che svolgono un’efficace azione contro

il colesterolo nel sangue, oltre che antiossidante e di difesa dalle patologie cardiovascolari, tumorali e contro l’invecchiamento cellulare.